La valuta croata porta il nome di un animale e di una pianta

La valuta croata porta il nome di un animale e di una pianta

Con la kuna e la lipa inizia il viaggio virtuale per le regioni più belle del nostro Paese

La sterlina, il dollaro ed il dinaro sono valute che devono il loro nome a unità di peso, mentre l'euro deve il proprio nome al continente europeo. La valuta ufficiale della Repubblica di Croazia si chiama kuna ed equivale a 100 lipe. Essa appartiene al novero di quelle rare valute ufficiali il cui nome trae origine da un animale e da una pianta.

 

La kuna come valuta trae origine dal Medioevo. In Slavonia, nel Primorje (la regione litoranea) e in Dalmazia, all'epoca, la preziosa pelle della martora (kuna, in croato) serviva come mezzo di pagamento d'una speciale tassa chiamata kunovina o martorina; di lì a poco sarebbe diventata la valuta dell'allora Banovina di Croazia. 

Dalla prima metà del XIII secolo e fin quasi agli ultimi anni del XIV secolo, l'immagine di quest'animale si trovò raffigurata sulle monete coniate in Croazia col nome di banovac.

Le odierne kune sono stampate in tagli da 5, 10, 20, 50, 100, 200, 500 e 1000. E mentre il dritto di queste banconote porta l'effige d'importanti personalità della storia croata, sul rovescio sono raffigurati edifici e motivi delle città croate. Sulle monete da 1, 2 e 5 kune, invece, sono raffigurati alcuni animali appartenenti alla fauna tipica della Croazia: l'usignolo, il tonno e l'orso bruno.

 

È evidente come la lipa (il tiglio), il cui nome designa la centesima parte della kuna, non è mai stata strumento di pagamento. Quest'albero alto, possente ed elegante, invece, era considerato dagli antichi Slavi un albero sacro e, come tale, è entrato a far parte di numerose leggende e racconti popolari. In Croazia, queste monetine sono coniate e messe in circolazione nel valore di 1, 2, 5, 10, 20 e 50 lipe e riportano, sul loro rovescio, l'effige di alcune piante tipicamente croate come la degenia, l'olivo, il tabacco, la quercia, la vite e il mais.

 

E così, grazie alle kune e alle lipe croate, è possibile viaggiare per la Croazia alla scoperta dei suoi scorci più suggestivi e di alcuni esemplari di flora e di fauna che vivono nel suo mare turchese o nelle sue verdi foreste.